Misure di sostegno per le start-up

Il Consiglio federale concede un aiuto di liquidità alle start-up in Svizzera per integrare i crediti Covid-19 in risposta alle conseguenze economiche del coronavirus.

Il 22 aprile 2020 il Consiglio federale ha deciso di utilizzare il sistema di garanzia esistente per le PMI per sostenere le start-up. In questo modo la Confederazione in collaborazione con i Cantoni intende, in aggiunta ai crediti Covid-19 della Confederazione, integrare attraverso il sistema di garanzia una protezione dall’insolvenza causata dal coronavirus per le start-up promettenti.

Ulteriori informazioni

Richiesta di credito transitorio

Le richieste di fideiussione sono valutate da un organismo designato dal Cantone. Gli organismi di garanzia possono quindi concludere con le banche per i prestiti bancari. Le fideiussioni sono garantite al 65% dalla Confederazione e al 35% dal Cantone. Vi ricordiamo che è possibile presentare solamente una richiesta di fideiussione per start up presso una banca. Il presupposto è la partecipazione del cantone in cui si trova la sede centrale dell’azienda. Per le garanzie di start-up non sono disponibili crediti di PostFinance.

Ecco come inoltrare la richiesta per una fideiussione:

  1. Iniziate la vostra richiesta di credito mediante il link sottostante e compilate tutti i campi richiesti.
  2. Firmate la richiesta di fideiussione e caricatela nuovamente su EasyGov. L’invio elettronico avviene direttamente da EasyGov. Il Cantone verificherà l’accordo. Se l’accordo è completo, il Cantone lo inoltra all’organizzazione di fideiussione, la quale emette poi la fideiussione per la banca.
  3. La banca riceve la fideiussione dall’organizzazione di fideiussione e versa il denaro alla start up.

Avviare la richiesta di fideiussione

Nota: La start-up richiede una fideiussione. L’importo del credito è generalmente inferiore all’importo della fideiussione richiesta.
Ecco un elenco dei Cantoni che concedono richieste di fideiussione.